martedì 18 settembre 2012

Coca-Cola a Cuba: esiste!

Non è che mi sono improvvisamente interessato all'argomento "Coca-Cola a Cuba", però negli ultimi giorni ho letto su diversi siti internet alcuni articoli (più o meno tutti uguali, probabilmente perché originati dalla stessa fonte) in cui si mette in risalto la recente introduzione in commercio della suddetta bevanda in Birmania e si evidenzia in maniera altrettanto eclatante il fatto che siano rimasti solo pochi paesi in cui la medesima bevanda non è commercializzata, tra cui Cuba.



Ciò non è assolutamente vero. A Cuba la Coca-Cola esiste! 
Ovviamente non arriva direttamente dagli Stati Uniti, a causa dell'embargo, ma dal Messico come tanti altri prodotti alimentari.

Se c'è una cosa che non sopporto è la propagazione a macchia d'olio di notizie infondate o non verificate (in qualsiasi campo, non solo quelle riguardanti Cuba).

Le foto mostrate qui sono state scattate a Cuba nel luglio scorso in un negozio di Niquero (provincia Granma): come potete notare le bottiglie di Coca-Cola sono beatamente esposte in vendita. Probabilmente è vero, come detto negli articoli, che in passato il governo cubano ne aveva proibito l'importazione (non ho mai verificato perché, come ho già detto, non è mai stato uno degli argomenti su cui abbia nutrito alcun particolare interesse), ma sicuramente oggi la Coca-Cola entra a Cuba senza restrizioni né da parte cubana (i negozi in cui si trova in vendita sono tutti statali) né da parte nordamericana (se la Casa Bianca volesse, ci metterebbe meno di dieci secondi per sanzionare la filiale messicana della Coca-Cola).


1 commento:

  1. Il problema non è mai stato nella non esistenza a Cuba della CocaCola... ma che questa non è ufficialmente importata. E difatti non lo è ufficialmente, vi arriva con la consueta "triangolazione".

    RispondiElimina