venerdì 18 gennaio 2013

E' entrata in vigore la nuova legge migratoria

Il 14 gennaio scorso è entrata in vigore a Cuba la nuova legge migratoria. Le novità introdotte sono molte e importanti e ne avevo già parlato tre mesi fa in questo post al quale vi rimando per approfondimenti, il più interessante dei quali è l'eliminazione della famosa Carta Bianca (vedi foto) e del Permesso d'Uscita.

Quindi ora i cubani possono finalmente viaggiare liberamente senza dover attendere l'autorizzazione governativa. Ho sottolineato la parola "liberamente" perché questa è l'unica vera differenza rispetto a prima: i cubani, infatti, anche prima del 14 gennaio potevano avere il passaporto e viaggiare all'estero per turismo, ma dovevano avere l'autorizzazione governativa (Carta Bianca + Permesso d'Uscita) e potevano rimanere fuori del paese al massimo per 11 mesi; se invece desideravano lasciare il paese per risiedere all'estero dovevano richiedere una tantum il PRE (Permesso di Residenza ell'Estero, il quale valeva per sempre) e potevano rimanere fuori dal paese tutto il tempo che volevano e ritornarci a loro piacimento senza più bisogno di ulteriori autorizzazioni governative.
Lo scrivo in grassetto perché per molti giornalisti italiani (evidentemente poco e male informati e illudendosi di proclamare chissà quale verità) tutto questo prima non esisteva. Evidentemente ciò è falso, come può confermare qualunque cittadino cubano e chiunque altro sia minimamente informato.

Ecco quindi un elenco delle stupidaggini più grosse (in ordine decrescente) che ho letto negli ultimi giorni:

"Da oggi per la prima volta tutti gli abitanti dell'isola possono avere un passaporto" (Omero Ciai su Repubblica il 14/1/2013)
"Dalla mezzanotte i cubani hanno diritto di viaggiare all'estero" (Il Messaggero, 15/1/2013) (Il Secolo XIX)
"Rivoluzione a Cuba, da oggi i cubani possono viaggiare all'estero" (TM News, 14/1/2013)
"Cuba, dopo 50 anni gli abitanti potranno espatriare" (GR-RAI, 14/1/2013)











Nessun commento:

Posta un commento